Marcianise. Operaio muore cadendo nel vuoto. 5 persone a processo

La prima udienza per il dibattimento è prevista a marzo, davanti al giudice monocratico Meccariello

Marcianise – Rinvio a giudizio per cinque persone in merito alla morte di Salvatore Chianese, avvenuta nel 2016 nel cimitero di Marcianise.

L’operaio, originario di Mugnano, perse la vita cadendo da un’altezza di 5 metri. L’impatto gli fu fatale.

Il Giudice per le Udienze Preliminari del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Nicoletta Campanaro, ha rinviato a processo, accogliendo la richiesta della Procura della Repubblica, due imprenditori, due responsabili della sicurezza e l’amministratore delegato della ditta.

L’affidamento in convenzione, una sorta di sub-appalto, del tutto regolare, dall’impresa titolare dei lavoratori ad un’altra impresa specializzata nel settore elettrico, fu seguita dall’ulteriore delega ad una terza impresa, più piccola, per la quale lavorava Salvatore Chianese.

La prima udienza per il dibattimento è prevista a marzo, davanti al giudice monocratico Meccariello.