Marcianise. Nuove regole sulla movida. Multe salatissime

L'inosservanza degli obblighi e prescrizioni di cui sopra, è punita con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da Euro 154,00 a Euro 1032,00 e chiusura del locale

Marcianise – Il commissario Lastella, del comune di Marcianise, emette l’ordinanza numero 7 la quale regolamenta la movida in città.

Nuove importanti disposizioni su orari di apertura e chiusura, diffusione di musica e somministrazione di alcolici.

Ecco tutti i dettagli che dovranno essere rispettati dai locali:

Gli esercenti l’attività di somministrazione di alimenti e bevande, per motivi di ordine pubblico, devono cessare la diffusione di musica nel locale, entro le ore 01.00 durante il periodo estivo (ora legale), riducendo comunque l’emissione sonora dopo la mezzanotte, ed entro le ore 24.00 durante il periodo invernale (ora solare).

I titolari dei pubblici esercizi inoltre hanno l’obbligo: di controllare gli avventori e il personale, al fine di contenere il rumore di tipo antropico e quello di origine diversa dalla diffusione sonora, nonché di allontanare i clienti che arrecano disturbo presso il proprio locale; di rimuovere carte, bottiglie, lattine e quant’altro costituisce a rendere indecoroso l’aspetto esterno del locale e delle sue immediate vicinanze.

Leggi:  Donna tenta di strangolare il medico. Aggressione al pronto soccorso

E’ vietato a tutti i rivenditori di bevande di vendere bibite al pubblico, per un consumo esterno al locale, in contenitori di vetro, al fine di evitare pericoli alla pubblica incolumità derivante da un improprio smaltimento dei medesimi contenitori. Le prescrizioni previste dalla presente ordinanza vengono applicate anche ai circoli privati presenti sul territorio per le problematiche connesse alla somministrazione di alcolici, alla materia dell’inquinamento acustico e ambientale, ed in particolare alla salute e incolumità delle persone.

L’inosservanza degli obblighi e prescrizioni di cui sopra, è punita con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da Euro 154,00 a Euro 1032,00 prevista dall’art. 17 bis, comma 3, del R.D. n. 773/1931. Laddove si accerti la violazione, reiterata per tre volte, si procederà a carico degli esercenti i pubblici esercìzi air applicazione della sanzione di cui all’art. 17 quater del Regio Decreto n. 773 del 1S giugno 1931 che prevede l’applicazione della sanzione amministrativa accessoria della sospensione dell’attività per un periodo non superiore a tre mesi, sancendo da subito la chiusura per 15 giorni consecutivi, comprensivo di due festivi. Rimane ferma la possibilità di irrogare direttamente la citata sanzione laddove ricorrano gravi violazioni e sussistendone l’esigenza. In questa fattispecie la chiusura minima sarà di cinque giorni consecutivi. L’ufficio Suap emetterà i provvedimenti di chiusura demandando l’esecuzione forzata alla Polizia Municipale, che può avvalersi anche dell’ausilio delle altre forze dell’Ordine.

Leggi:  Ponte di Ercole. Partiti i lavori di ripristino della struttura

DISPONE

1. che gli eventi occasionali (feste, eventi luogo pubblico vengano preventivamente autorizzati dall’ufficio Suap;

2. che una copia del presente provvedimento venga affissa all’Albo Pretorio, così come per legge, e trasmesso alla Prefettura di Caserta, al Commissariato di P S. di Marcianise, alla Compagnia Carabinieri di Marcianise, alla Compagnia della Guardia di Finanza di Marcianise e al locale Comando di Polizia Municipale di Marcianise che è incaricato della osservanza e applicazione della presente.