Manuel Bortuzzo. Confessano i due arrestati: “sbagliato persona, volevamo colpire due dei Casalesi”

Continuano gli interrogatori degli investigatori

GIOIA SANNITICA – Hanno confessato i due giovani accusati di aver ferito gravemente Manuel Bortuzzo, il nuotatore originario di Gioia Sannitica.

Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano hanno sparato diversi colpi di pistola calibro 38 nei confronti di Manuel, nei pressi di un pub a Roma.

Si sono costituiti presso il commissariato di polizia assumendosi la responsabilità del loro gesto. L’accusa nei loro confronti è di tentato omicidio aggravato dalla premeditazione dai futili motivi. Trovata anche l’arma utilizzata nel raid armato.

Davanti agli inquirenti avrebbero affermato: ”Abbiamo scambiato persona. Volevamo colpire due pugili del clan Iovine, dei Casalesi con i quali avevamo avuto una rissa nel locale“.