Madre e figlia ammazzate in casa. Assolto Domenico Belmonte

Un terribile delitto ancora senza un colpevole

CASTEL VOLTURNO – Si è chiusa definitivamente, dopo 6 anni dal ritrovamento degli scheletri di Elisabetta Grande e di sua figlia Maria Belmonte nel sottoscala della villetta di famiglia a Castel Volturno, la vicenda giudiziaria.

L’unico imputato per quel duplice omicidio era Domenico Belmonte, ex direttore sanitario del carcere di Poggioreale.

La prima sezione della Corte di Cassazione, accogliendo pienamente le tesi dell’avvocato difensore Nando Letizia, ha respinto l’ultimo ricorso presentato dagli avvocati di parte civile, costituita nelle persone dei familiari delle due donne morte.

Domenico Belmonte è stato immediatamente indagato e sospettato come l’esecutore di quel terribile duplice omicidio. Era gravemente malato, ed è morto in una clinica della quale i suoi legali per sua espressa volontà non hanno voluto rivelare l’ubicazione. Per ora questo reato rimane senza un colpevole.