Minorenne rapina e massacra di botte due giovani. Arrestato dalla polizia

Violenza inaudita nel Casertano

MADDALONI – Nel pomeriggio odierno, in Maddaloni (CE), a seguito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli e delegate alla Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Maddaloni, è stato sottoposto alla misura cautelare del Collocamento in Comunità D.V.D., minorenne del luogo, in quanto  indagato per i reati di  rapina e tentata estorsione.

Nel dettaglio, il predetto si è reso  responsabile di una rapina in Maddaloni, ai  danni di due giovani ai quali è riuscito a sottrarre, con violenza e minacce, un telefono cellulare.

Successivamente alla commissione del reato, il giovane ha perseverato  nella condotta criminosa, in quanto, dopo essere stato rintracciato dalle vittime poco prima rapinate,  alla richiesta di restituzione dell’apparecchio telefonico, entrambe sono state minacciate e colpite con pugni e calci.

Le successive indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Per i Minorenni di Napoli e svolte dal  Commissariato di P.S. di Maddaloni,   che fra l’altro hanno consentito il ritrovamento del telefono cellulare e la denuncia di tre persone resesi responsabili di ricettazione,  hanno permesso di accertare la sussistenza di gravi indizi di colpevolezza a carico del giovane, tanto da giustificare l’adozione del provvedimento.

In esecuzione della  misura cautelare, D.V.D., dopo gli adempimenti di rito,  è stato collocato presso una comunità.