Luigi torna a parlare. La mamma: “si sta riprendendo”. Del colpevole ancora nessuna traccia

Il 15enne di Parete si sta lentamente riprendendo

PARETE – Da alcuni giorni, Luigi P., il 15enne di Parete, colpito alla testa da un proiettile alla testa, sta meglio ed avrebbe cominciato a bisbigliare.

Il giovane ha compiuto 15 anni il 17 febbraio di quest’anno e la sua bacheca facebook è stata riempita da messaggi di auguri e di pronta guarigione da centinaia di persone tra amici e parenti.

E’ stata la madre del 14enne, intervistata davanti alle telecamere del Tg regionale Campania della Rai, a dare la bella notizia: “Mio figlio si sta riprendendo. Voglio ringraziare tutti per la disponibilità e la solidarietà dimostrata”.

I familiari parlano di un vero “miracolo”, avvenuto proprio in concomitanza del suo. “Luigi sta bene” – ha raccontato la zia Angela – “bisogna aspettare ancora un po’ per la riabilitazione completa, Dio ci ha concesso questa grazia“.

Dal 1 febbraio il ragazzino è stato trasferito presso il centro Maugeri di Telese, dove ha intrapreso la lunga strada della riabilitazione.

Intanto continua il lavoro della Procura di Napoli Nord per rintracciare il responsabile di quel ferimento.