Lavanderie con abusi edilizi e lavoratori in nero. 3 sequestri a Giugliano

Tutte le attività sono state sospese

Immagine di repertorio

GIUGLIANO – Contrasto al lavoro “nero”. I carabinieri sospendono attività di 3 lavanderie nel comune di Giugliano.

I militari della compagnia di Giugliano e del nucleo ispettorato del lavoro di Napoli insieme al personale della polizia municipale e dell’a.s.l. Napoli 2 nord hanno denunciato per violazioni alle norme per la sicurezza nei luoghi di lavoro e per sfruttamento del lavoro “nero” i 3 titolari di altrettante lavanderie industriali.

Si tratta di un 33enne e un 54enne di napoli ed una38enne del luogo.

I locali delle lavanderie erano stati modificati aggiungendo stanze e tettoie abusivamente. I locali, inoltre, non rispettavano i requisiti di salute e sicurezza previsti dalla legge.

I datori di lavoro, per altro, non avevano redatto il documento di valutazione dei rischi e non avevano mai inviato i loro dipendenti a visita medica.

Le ditte, infine, tenevano alle dipendenze 9 lavoratori su 17 senza contratto.

Tutte le attività sono state sospese.