La morte di Angela Gentile. La ricostruzione del delitto avvenuto 28 anni fa

Ora si cerca di rintracciare i resti della donna, anche se dopo tutti questi anni è praticamente impossibile

MARCIANISE – Continua la ricostruzione dell’omicidio di Angela Gentile, avvenuto il 28 ottobre del 1991.

L’efferato delitto è stato confessato da Domenico Belforte, il quale starebbe collaborando con gli investigatori ed il magistrato della Dda di Napoli, Luigi Landolfi.

Avrebbe indicato il luogo in cui sarebbe avvenuto l’omicidio, una lunga strada sterrata di via Airola nel comune di Marcianise.

Sempre in base alla ricostruzione fatta e pubblicata dal sito casertace, partì un colpo di pistola per sbaglio dopo una violenta discussione. Subito dopo avrebbe messo il corpo in una sacca per poi gettarla nei Regi Lagni.

Ora si cerca di rintracciare i resti della donna.