Intercettazioni inammissibili, scarcerato sindaco di Villa Literno Tamburrino

In base alle indagini ci sarebbe stato un accordo per la realizzazione di un centro ricettivo-turistico in via delle Dune a Villa Literno

Villa Literno – Le intercettazioni sono state ritenute inutilizzabili, e quindi inammissibili nella fase processuale.

Decade l’ordinanza emessa nei confronti del sindaco di Villa Literno Nicola Tamburrino.

Il tribunale del Riesame, infatti, ha accolto il ricorso presentato dai suoi avvocati e revocato la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Con Tamburrino torna libero anche il dirigente del Comune di Villa Literno Giuseppe D’Ausilio, per il quale è stato presentato ricorso per rivalutare l’attuale sussistenza delle esigenze cautelari.

In base alle indagini ci sarebbe stato un accordo per la realizzazione di un centro ricettivo-turistico in via delle Dune a Villa Literno in cambio di soldi ed appoggio elettorale alle amministrative a favore di Tamburrino. Coinvolti anche gli imprenditori Francesco e Salvatore Nicchiniello.