Infermiera uccide paziente con l’acido. Condannata a 30 anni

L’omicidio, secondo gli inquirenti, fu commesso per vendetta nei confronti della figlia dell’anziano

Pratella – La corte d’Appello di Campobasso ha confermato 30 anni di reclusione per Anna Minchella.

Si tratta dell’infermiera arrestata per l’omicidio di un anziano ricoverato all’ospedale di Venafro (Isernia), rigettando l’istanza della difesa.

I fatti si riferiscono al 2016, quando la donna uccise Celestino Valentino, 76 anni di Pratella iniettandogli nella gola acido cloridrico.

L’omicidio, secondo gli inquirenti, fu commesso per vendetta nei confronti della figlia dell’anziano. Mezzo milione di euro il risarcimento previsto per le parti civili.