Infermiera killer. Minchella capace di intendere e di volere

Il giudizio dello psichiatra nominato dal giudice

CIORLANOAnna Minchella è capace di intendere e volere è questa la conclusione dello psichiatra campano Teofilo Golia sulla perizia sulla infermiera 46enne di Ciorlano.

La donna è stata arrestata per l’omicidio di Celestino Valentino, 76enne di Pratella, avvenuto il 22 giugno 2016.

L’infermiera uccise l’uomo, padre di una collega di lavoro, per vendetta, in quanto era stata trasferita all’ospedale di Isernia.

Per uccidere il 76enne la donna utilizzò una siringa a spruzzo per iniettargli nel cavo orale l’acido cloridrico.

La prossima udienza è stata fissata, davanti al Gip Arlen Picano, per il 2 maggio.