Indagini sull’omicidio di Vincenzo Ruggiero. “E’ stato omicidio premeditato”

Forse il corpo a breve verrà restituito alla famiglia

AVERSA / PARETE – La Procura della Repubblica di Napoli Nord ha concluso le indagini riguardanti l’omicidio di Vincenzo Ruggiero, il ragazzo di Parete, ucciso in un appartamento ad Aversa.

Secondo la ricostruzione della Procura si è trattato di omicidio premeditato e vilipendio di cadavere.

L’uomo accusato del brutale assassinio di Vincenzo sarebbe Ciro Guarente, 36enne di Giugliano, ex appartenente alla Marina Militare, il quale avrebbe successivamente sezionato e sotterrato il cadavere in un garage a Ponticelli (Napoli).

Sotto accusa anche Francesco De Turris, 52enne di Giugliano, l’uomo che avrebbe procurato la pistola a Grimaldi.

Forse, grazie alla chiusura delle indagini, il corpo del povero ragazzo, potrà essere finalmente restituito alla famiglia, per dargli degna sepoltura.