San Prisco. Due giovani morti, si indaga su sorpasso azzardato

Gli inquirenti stanno cercando di ricostruire la dinamica del grave incidente

San Prisco – Potrebbe esserci un sorpasso azzardato alla base dell’incidente mortale che ha causato il decesso dei due giovani Casertani.

Si tratta del 19enne e 24enne, Giuseppe Mingione (che frequentava il quinto del Liceo Garofano a Capua) e Salvatore Fusco.

L’incidente è avvenuto sulla statale 700, chiamata anche “Variante Anas”, che collega Maddaloni a Santa Maria Capua Vetere, all’altezza del comune di San Prisco.

I soccorritori del 118, giunti sul posto, non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Per i vigili del fuoco è stato un lavoro molto difficile riuscire ad estrarre i corpi dei due ragazzi dalla lamiere contorte dell’auto, una Nissan ed una Golf.

Gli inquirenti stanno cercando di ricostruire la dinamica del grave incidente. Sulle due salme sarà eseguita autopsia, anche per accertare se i due automobilisti avessero assunto alcol o droghe.