5 morti in pochi giorni sulle strade del Casertano. Bilancio drammatico

Un bilancio impressionante che fa riflettere sulla pericolosità delle strade della Provincia di Caserta

Immagine di repertorio

Caserta5 morti in pochi giorni. E’ questo il drammatico bilancio che si è registrato sulle strade del Casertano.

Lo scorso giovedì è deceduto il 23enne di Villa Literno Francesco Fontana, a bordo del suo scooter di grossa cilindrata, dopo essersi scontrato con una vettura in transito.

Domenica mattina il 37enne docente di San Tammaro Roberto Cimino perde la vita dopo il drammatico impatto contro il guard rail, mentre era a bordo della sua harley davidson tra Capua e San Tammaro.

Durante la notte, invece, è deceduto a Villa di Briano Guido Maisto, mentre era alla guida della sua Vespa.

Lunedi mattina ha perso la vita il 26enne ingegnere casertano Alfredo Di Meo, dopo aver impattato con la sua auto, mentre percorreva la Statale 7 bis a Marigliano, contro un albero.

Infine ieri mattina è deceduto Gianluca Delfino, 39 anni, residente a Prata Sannita, Aveva appena terminato il turno di lavoro e stava facendo rientro a casa con la sua Fiat Panda verde quando, per cause che saranno accertate sulla scorta dei rilievi svolti dalle forze dell’ordine, ha violentemente impattato con l’auto contro un Fiat Ducato
guidato da un uomo di Casapesenna. Per Gianluca non c’è stato nulla da fare, è morto sul colpo.