Muore sul lavoro precipitando nel vuoto. Citati in giudizio Comune e società

La vittima morì a seguito di una caduta da un'altezza di circa cinque metri

MARCIANISE – A seguito dell’incidente sul lavoro al cimitero di Marcianise, che ha causato la morte dell’operaio Salvatore Chianese, 45enne di Mugnano, è stato avviato un procedimento penale.

Durate l’udienza preliminare svoltasi ieri, davanti al giudice del tribunale di Santa Maria Capua Vetere Nicoletta Campanaro, l’avvocato della parte civile ha chiesto la citazione in giudizio per il Comune di Marcianise e di 4 società.

L’avvocato della famiglia ha chiesto di chiamare a giudizio il Comune di Marcianise, in quanto ente committente dei lavori presso il cimitero comunale, e due società coinvolte nei lavori.

La vittima morì a seguito di una caduta da un’altezza di circa cinque metri, a causa della quale riportò gravi fratture al cranio che risultarono letali.