ALIFE – A. C., titolare di una ditta di autotrasporti di Alife, nell’Alto-Casertano, è stato condannato per usura a 4 anni di carcere.

La sentenza arriva dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere presieduto da Luciana Crisci. L’indagine era partita nel 2012 quando un piccolo imprenditore edile aveva denunciato ai carabinieri la condotta da usuraio dell’indagato.

Secondo quanto emerso durante il dibattimento, il costruttore conobbe l’imputato a causa di alcuni lavori edili effettuati nell’abitazione e nella ditta di quest’ultimo.

Successivamente la vittima, si rivolse all’uomo per un prestito a causa delle gravi difficoltà economiche, ma con gli interessi al 20%, molto presto non fu più in grado di pagare e decise di denunciare tutto ai carabinieri.