Assolto il campione di arti marziali. Non era una rapina

Non si trattava di una rapina ma esercizio arbitrario delle proprie ragioni

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Il Giudice del Tribunale sammaritana, la dottoressa Alessandra Cesare, ha assolto Guglielmo Gicco dal reato di rapina e dichiarato prescritto il reato di lesioni.

Accolta la tesi difensiva secondo la quale non si trattava di una rapina ma esercizio arbitrario delle proprie ragioni.

I fatti oggetto di questo processo risalivano ad oltre sette anni fa quando Gicco venne denunziato per rapina e lesioni da un giovane parcheggiatore di una città dell’hinterland casertano cui egli aveva dato in prestito una bicicletta da corsa e che poi non aveva riottenuta.

Così scatto la violenza fisica e la persona offesa finì al pronto soccorso, per poi denunciare l’accaduto al Comando Stazione Carabinieri e le indagini.