Guerriglia a Mondragone. Auto distrutte e sedie lanciate dai balconi

L’episodio è rappresenta in pieno il clima di tensione che si respira a Mondragone

Mondragone – Momenti di grande tensione a Mondragone, agli ex Palazzi Cirio, tra lanci di sedie dai balconi e vetture danneggiate.

Un bulgaro ha lanciato una sedia da un balcone, mentre alcuni italiani hanno risposto lanciando pietre e distruggendo i finestrini delle auto parcheggiate.

Inoltre alcuni residenti italiani si sono radunati nella zona accusando anche le forze dell’ordine di “essere stata troppo permissiva coi bulgari”.

Alcuni manifestanti italiani che presidiano il varco d’accesso hanno cercato di violare la zona rossa. La polizia, in tenuta antisommossa, e’ dovuta intervenire per allontanarli.

Fortunatamente nessuno è rimasto ferito. Tutto sarebbe nato da un’incomprensione tra i manifestanti e un inquilino bulgaro affacciato alla finestra, e che poi è sceso per chiarire, ma l’episodio è rappresenta in pieno il clima di tensione che si respira a Mondragone.

Le forti tensioni sono partite a seguito del focolaio di coronavirus scoppiato all’interno della comunità bulgara di Mondragone e dai tentativi di fuga dalla zona rossa.

Molti rappresentanti locali e regionali affermano da diversi giorni che la situazione è sotto controllo, ma le proteste dei bulgari e gli scontri di oggi delineano tutt’altra situazione.