Ondata di gelo siberiano a San Valentino. Rischio neve a bassa quota

Previste possibili nevicate a bassa quota anche nella provincia di Caserta e temperature sotto lo zero, con rischio gelate, durante la notte

Immagine di repertorio

Gli esperti di 3bmeteo.it annunciano l’arrivo di una ondata di gelo, e quindi un drastico calo delle temperature, anche sotto lo zero, per la settimana di San Valentino.

“Lunedì risentiremo dei residui effetti della perturbazione di domenica, con ancora qualche pioggia o rovescio specie al centro-sud, mentre tra martedì e giovedì faremo in conti con una nuova perturbazione che riporterà maltempo da ovest verso est. In questa fase avremo anche un calo ulteriore delle temperature, con neve anche a quote medio-basse al Nord e nevicate pure sull’Appennino. Il clima sarà più freddo ma non ancora pienamente invernale: il vero freddo rimarrà per ora relegato sull’Europa nord orientale” conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara.

Arriva, quindi, il gelo siberiano. “Si potrebbe invece andare verso una brusca virata all’inverno più rigido dal weekend di San Valentino quando venti gelidi da Russia e Siberia (Buran) dilagheranno direttamente sull’Europa centro-orientale. Parte di questa irruzione gelida dovrebbe interessare anche l’Italia dalla porta adriatica sotto-forma di assai freddi venti di bora e grecale, portando ad un tracollo termico con clima rigido per diversi giorni e neve anche in pianura e fin sulle coste. Vi è però un margine di incertezza sulle zone più coinvolte. Ancora presto infatti per entrare troppo nel dettaglio sia sull’entità del freddo che sulla localizzazione delle eventuali nevicate: tutto dipenderà dall’esatta traiettoria dell’irruzione fredda”.

Previste possibili nevicate a bassa quota anche nella provincia di Caserta e temperature sotto lo zero, con rischio gelate, durante la notte.