Colpo in banca. 15 persone con preparazione militare. Gli ultimi AGGIORNAMENTI

Per la Procura non ci sono dubbi, si è trattato di un assalto da almeno 15 persone con preparazione militare. Il colpo sarebbe stato preparato fin nei minimi dettagli, i ladri sapevano quali strade bloccare e sono andati diretti alle cassette di sicurezza

Aversa – Vige uno stretto riserbo sulle indagini riguardati il furto in banca ad Aversa in piazza Vittorio Emanuele III, in pieno centro.

Durante la notte appena trascorsa, intorno alle 4,30, un commando di almeno 15 persone, con probabile preparazione militare, hanno bloccato le strade del centro con camion ed autovetture, ed hanno assaltato la banca Unicredit.

Sarebbero almeno 4 i veicoli utilizzati per bloccare le strade, un camion era parcheggiato sotto l’Arco dell’Annunziata, l’auto è stata posizionata tra via Giolitti e Via Vittorio Emanuele III, il furgone in Piazza Don Giuseppe Diana, accanto al municipio e l’autoarticolato tra Via Roma e Via Valente.

I vetri blindati della banca sono stati sfondati probabilmente con un’auto usata come ariete o con un mezzo dotato di braccio meccanico.

Il bottino:

Il commando si è poi introdotto nell’istituto forzando le cassette di sicurezza e portando via un intero armadio composto da circa 90 cassette.

I poliziotti del Commissariato di Aversa che stanno indagando, hanno acquisito le immagine della videosorveglianza interna ed esterna. Ad avvisare il 113 e’ stata una donna residente nelle vicinanza della banca. “Stanno svaligiando la banca, correte” ha urlato al telefono.

“L’episodio avvenuto stamattina al centro di Aversa e’ di rilevante gravita’, perche’ dimostra la capacita’ delle organizzazioni criminali di pianificare colpi ricorrendo a tecniche militariha dichiarato all’Ansa il Procuratore della Repubblica di Napoli Nord Francesco Greco, titolare del fascicolo di indagine.

Per la Procura non ci sono dubbi, si è trattato di un assalto da almeno 15 persone con preparazione militare. Il colpo sarebbe stato preparato fin nei minimi dettagli, i ladri sapevano quali strade bloccare e sono andati diretti alle cassette di sicurezza.