Furti nell’Alto Casertano. Bocciato l’esercito “più controlli e maggiori segnalazioni”

PIEDIMONTE MATESE – Era stato chiesto l’esercito, da parte di alcuni sindaci dell’Alto Casertano, per fronteggiare l’ondata di furti nelle abitazioni.

Ma tale proposta è stata bocciata al termine del vertice che si è tenuto in Prefettura. Secondo il documento ufficiale dell’incontro si evince “il territorio del Matese presenta da sempre minori criticità rispetto al resto della provincia”.

Verranno sicuramente incrementati i servizi di controllo da parte dell’arma dei carabinieri inoltre verranno potenziati i sistemi di videosorveglianza per agevolare l’identificazione delle persone sospette e si consiglia di sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza della collaborazione con le Forze dell ‘ordine anche attraverso segnalazioni di eventuali situazioni di pericolo e forme di controllo statico di vicinato.

Queste in sostanza le misure in campo per contrastare i reati predatori da parte delle bande di ladri d’appartamento.

Assolutamente sconsigliate le ronde di cittadini, considerata una soluzione fai da te non efficace.