Home Bellona Fumarole all’Ilside, ma i vigili del fuoco devono attendere il custode

Fumarole all’Ilside, ma i vigili del fuoco devono attendere il custode

BELLONA – Nella mattinata di oggi, nel sito dell’Ilside è divampata l’ennesima fumarola, a testimonianza del fatto che i rifiuti, sotto i cumuli di terra, stanno ancora bruciando.

Il sindaco, Filippo Abbate, si è prontamente attivato allertando la polizia municipale e gli uomini dei vigili del fuoco, ma una volta giunti sul posto hanno dovuto attendere diverse ore prima di poter accedere alla struttura.

Infatti, essendo il sito sotto sequestro, l’unico che può aprire il cancello è il custode autorizzato dalla magistratura. Solo dopo alcune ore i vigili del fuoco sono riusciti ad accedere alla zona interessata dalla fumarola. Ecco quanto dichiarato dal primo cittadino di Bellona:

Nelle ultime ore si è manifestata l’ennesima fumarola e noi, come sempre, siamo intervenuti per tutto quello che ci spetta.
Abbiamo subito messo a disposizione il materiale, i mezzi e il personale per un eventuale intervento necessario di supporto ai VV.FF.
Il problema, purtroppo, è sempre quello di accedere all’interno del sito che, rammento, è sotto sequestro giudiziario e, pertanto, l’unico che può aprire è il custode che si è reso irreperibile fino a poco fa.
Ovviamente appena è stato possibile entrare ci si è subito dati da fare e la fumarola è stata immediatamente soffocata.
Non abbiamo omesso nulla di quanto potevamo fare e non ci siamo concessi nessun ritardo.
Io non sono stato fisicamente presente per altri impegni sempre per conto del comune.
Ovviamente ho allertato la polizia municipale che ha attivato tutte le procedure.
C’è, come al solito, qualcuno che specula su tutto questo, che sfoga repressioni allo scopo di soddisfare personali sentimenti di odio nei miei confronti.
A tutti i cittadini assicuro che non viene trascurato assolutamente nulla.