Home Cronaca Uccise il suo datore di lavoro per soldi. Condannato all’ergastolo

Uccise il suo datore di lavoro per soldi. Condannato all’ergastolo

Giunge la condanna dopo la richiesta di rito abbreviato

FRIGNANO / MONDRAGONE – Uccise il suo datore di lavoro per un debito di 350 euro, per questo reato Vito Recchimurzo è stato condannato all’ergastolo.

Il dramma avvenne lo scorso marzo 2018 a casa della vittima, Nicola Sabatino, ucciso con diversi colpi di arma da fuoco, in via Roma a Frignano.

Il pm aveva chiesto 30 anni di carcere ma il giudice Iaculli, sottolineando i futili motivi, lo ha condannato all’ergastolo dopo la richiesta dell’abbreviato.

Vito Recchimurzi, operaio 51enne, venne fermato ed arrestato dai carabinieri poco dopo i fatti di quella tragica giornata.