Frecciarossa deragliato. La tragedia di Mario. Lutto in due comunità

Ora sulla dinamica della tragedia è stata aperta un'indagine della Procura di Lodi, la quale farà chiarezza sull'intera vicenda

Capua – Il Frecciarossa deragliato all’alba a Lodi ha causato la morte di Mario Dicuonzo, 59 anni di Capua, ma da anni residente a Pioltello e Giuseppe Cicciù, 52 anni di Reggio Calabria.

Mario Dicuonzo era uno dei macchinisti più esperti di Frecciarossa, uno dei primi ad avere l’abilitazione per la loro guida. Una tragedia che sconvolge due comunità, ed ha scosso l’Italia intera.

Un dramma indescrivibile, una famiglia capuana così duramente colpita. Come è colpita e profondamente costernata l’intera comunità. Il fratello della vittima è un dipendente del Comune. E’ terribile”. Così ha commentato all’Adnkronos la notizia Luca Branco, sindaco di Capua.

Avevamo terminato di parlare di questioni di lavoro e tornato nel suo ufficio ha ricevuto la telefonata di un altro fratello che lo ha informato della tragica notizia – ha raccontato Branco – una tragedia per tutti i dipendenti del Comune. Mimmo è un ottimo dipendente ed ora siamo fermi in Comune e Mimmo è andato via. Una famiglia fantastica a cui tutti vogliono bene, persone gentili, garbate. Ora vedremo quali sono i prossimi passi da fare“.

Anche il sindaco di Pioltello Ivonne Cosciotti ha voluto ricordare il dipendente delle Ferrovie dopo aver disposto le bandiere a mezz’asta in Comune ed il lutto cittadino per la giornata di domani.

Apprendiamo con sgomento e tristezza la notizia che uno dei due macchinisti che hanno perso la vita nel deragliamento di questa mattina sulla linea Milano Bologna è un nostro concittadino, Mario Dicuonzo. Abbracciamo la moglie Chiara e il figlio Federico.
La sindaca, a nome dell’Amministrazione comunale, ha proclamato per la giornata di domani il lutto cittadino.
Da oggi le bandiere del Palazzo Comunale sono a mezz’asta.
Condividiamo il dolore con la famiglia di Giuseppe Cicciù, l’altro macchinista vittima dell’incidente, e rivolgiamo un pensiero ai numerosi feriti coinvolti in questa sciagura”.

Ora sulla dinamica della tragedia è stata aperta un’indagine della Procura di Lodi, la quale farà chiarezza sull’intera vicenda.