FRATTAMAGGIORE / ORTA DI ATELLA – Un calvario durato 15 anni per G.D.A., 31enne originario di Frattamaggiore e residente ad Orta di Atella.

Nel 2002 è stato sottoposto ad un intervento per rimuovere l’appendicite in peritonite, ma nonostante sembra sia andato tutto bene, in realtà i medici si dimenticano un drenaggio del paziente nella pancia.

A rendere nota la vicenda la testata online Il Mattino. Dopo un paio di anni il 31enne inizia ad accusare dolori all’addome, ma dalle analisi non risultano problemi. Così dopo 15 anni e 7 ricoveri al pronto soccorso si scopre la presenza di un corpo estraneo nel paziente, il drenaggio.

Ora sta bene ed il drenaggio è stato rimosso correttamente. «È stato un miracolo che il mio cliente sia sopravvissuto – parla l’avvocato del giovane, Roberto Cariulo – sicuramente i responsabili dovranno assumersi sia le responsabilità civili che penali».