Fratelli Diana. Confermato il sequestro delle aziende. Imprenditori vicini al boss Zagaria

I tre imprenditori dell'Agro Aversano sono tutt'ora agli arresti domiciliari

CASAPESENNA – Il tribunale del riesame ha confermato il sequestro delle aziende degli imprenditori Armando, Nicola e Antonio Diana.

I tre, originari di Casapesenna, furono arrestati il 15 gennaio scorso, con l’accusa di concorso esterno in associazione camorristica.

Si è arrivati al loro arresto grazie alle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia che li accusano di far parte degli imprenditori vicini al boss di Casapesenna Michele Zagaria.

Secondo l’indagine avrebbero agevolato il clan versando denaro contante e cambiando assegni.

I tre imprenditori dell’Agro Aversano sono tutt’ora agli arresti domiciliari a seguito dell’arresto della Dda di Napoli