Forti temporali su tutto il Casertano. Allerta Meteo prorogata fino a domani

Per le prossime 24 ore in arrivo precipitazioni anche a carattere temporalesco

Caserta – Date le avverse condizioni meteo la Protezione civile della Regione Campania ha prorogato l’allerta meteo attualmente in vigore.

Sarà valido fino alle 16 di domani pomeriggio con un livello di criticità Giallo su tutte le zone del territorio per rischio idrogeologico localizzato (Napoli, Caserta, Avellino, Benevento, Salerno).

Sono previsti forti temporali con “precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, localmente di moderata intensità”.

Tra i possibili scenari di impatto al suolo si segnalano, ad esempio, ruscellamenti superficiali, possibili allagamenti di locali interrati e al pian terreno, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua minori, occasionali fenomeni franosi superficiali. La Protezione civile regionale raccomanda agli enti competenti di mantenere in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni attesi.

Ecco le previsioni di 3B Meteo:

LUNEDÌ: Il vortice ciclonico risale gradualmente verso nordest e si porta sulle acque del basso Tirreno, alimentando ancora condizioni di spiccata instabilità e fenomeni a prevalente carattere di rovescio o temporale su Campania, Calabria e parte della Sicilia. Precipitazioni diffuse, insistenti e localmente abbondanti sui versanti tirrenici peninsulari, più deboli e occasionali sulle province orientali dell’isola e sui settori ionici. Venti moderati a rotazione ciclonica. Zero termico nell’intorno di 3000 metri. Basso Tirreno e Mare di Sicilia mossi; Canale molto mosso.

MARTEDÌ: la circolazione depressionaria attiva sul Tirreno risale di latitudine e tende ad indebolirsi; in questo contesto le nostre regioni vengono raggiunte da correnti umide dai quadranti occidentali, ancora alla base di precipitazioni più diffuse e insistenti lungo i versanti tirrenici peninsulari. Tempo in deciso miglioramento lungo le coste ioniche e meridionali della Calabria e della Sicilia. Temperature massime in calo lungo la fascia tirrenica calabra e sulle province settentrionali dell’Isola, in rialzo altrove. Zero termico nell’intorno di 3000 metri. Basso Tirreno e Mare di Sicilia mosso; Canale molto mosso.