Droga sparita. Assolti i tre finanzieri della caserma di Aversa

Le indagini partirono dalla morte di un collega

AVERSA – Sono stati tutti assolti i tre finanzieri accusati di aver prelevato 4 kg di cocaina posti sotto sequestro nel comando di Aversa.

Il tribunale ha accolto le tesi difensive degli avvocati Giuseppe Stellato e Giovanni Cantelli, i quali rappresentavano i tre imputati delle fiamme gialle.

Proprio grazie alle loro argomentazioni sono riusciti a dimostrare l’estraneità ai fatti portando così all’assoluzione.

L’intera indagine partì dopo il ritrovamento senza vita del tenente Felice Stringile nell’alloggio della caserma di Aversa.

Gli accertamenti autoptici e tossicologici consentivano di stabilire che il decesso del tenente era dovuto ad overdose di droga, ma da analisi più accurate risultava che non si trattava della cocaina depositata nelll’armadio blindato del proprio ufficio.