Blitz della Finanza. Indagati 7 medici di base. Compensi in nero per oltre 1 milione di euro

I dati delle visite effettuate non combaciano con il reddito percepito

NAPOLI – Gli uomini della Guardia di finanza di Napoli, hanno portato alla luce un’evasione fiscale da oltre un milione e mezzo di euro.

Le fiamme gialle hanno posto sotto controllo decine di medici abilitati ad accertare l’idoneità psicofisica per il conseguimento o il rinnovo delle patenti di guida. I controlli hanno riguardato 154 mila visite mediche tra Napoli e Ischia dal 2015 al 2017.

Grazie alla verifica incrociata delle informazioni di enti pubblici e delle banche dati è stato possibile portare a galla l’intero sistema.

Le criticità peggiori riguardano soprattutto 7 tra medici di base e medici militari in quiescenza la cui posizione nei confronti del fisco non rispecchia il numero di visite effettuate.

Uno di loro, tra il 2015 e il 2016, ha effettuato 28 mila visite per le quali ha preso in ‘nero’, a parte la quota trattenuta alla scuola guida, compensi che hanno fatto emergere 450.000 euro di differenza tra il denaro percepito e il reddito regolarmente dichiarato. Altri tre medici hanno patteggiato la loro situazione con il fisco.