Felicia Ligato condannata al 41bis: uno dei pochi casi in Italia

Raramente una donna del clan viene condannata al 41bis. Felicia Ligato venne arrestata nel marzo del 2019 insieme ad altre 17 persone

Pignataro Maggiore – Condannata al carcere duro, 41bis, Felicia Ligato, la figlia del boss Raffaele, detto “Tonino” di Pignataro Maggiore.

Il ministero della Giustizia ha ottenuto per la 39enne, la condizione del carcere per i mafiosi. E’ stata condotta nel carcere femminile a L’Aquila.

Felicia Ligato venne arrestata nel marzo del 2019 dai Carabinieri di Caserta e Capua e in collaborazione con la Squadra Mobile della Questura di Caserta.

In quella stessa occasione furono arrestate ben 18 persone, alcuni dei quali esponenti di spicco del Clan “LIGATO” di Pignataro Maggiore.

Erano accusati a vario titolo di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope, danneggiamento seguito da incendio, lesioni personali aggravate, detenzione armi, munizioni e materie esplodenti, porto abusivo d’arma, violenza privata e minacce aggravate, nonché detenzione illegale di bomba a mano, aggravati dall’aver agevolato un sodalizio mafioso (art. 416 bis 1 del c.p.).