Fare business nel turismo: siti di prenotazione a confronto

Se si fa impresa in questo campo servirsi di tali piattaforme è un passo obbligato, ma come sceglierle e quali sono le differenze principali?

Il mondo del turismo negli ultimi anni, grazie alla sempre maggiore diffusione delle tecnologie, è cambiato profondamente e chi ha un’impresa o fa business in questo settore deve necessariamente adeguarsi e stare al passo con i tempi.

Non solo grandi alberghi, chiunque abbia un agriturismo, una casa vacanze o un bed and breakfast, per essere visibile e forte sul mercato dovrà necessariamente avvalersi dei vari siti di prenotazione online.

Secondo alcuni studi, infatti, ogni utente prima di effettuare una prenotazione confronta una ventina di siti per ottenere informazioni, ad esempio, sui prezzi o sulle recensioni.

Se si fa impresa in questo campo, dunque, servirsi di tali piattaforme è un passo obbligato, ma come sceglierle e quali sono le differenze principali? In primis bisogna distinguere tra:

  • online travel agency (OTA): tra queste ci sono portali come Booking o Expedia, che funzionano come le agenzie turistiche ma in versione digitale, l’imprenditore crea una scheda della propria struttura e ogni volta che l’utente prenota tramite l’OTA paga una commissione
  • metamotori: parliamo di siti come Tripadvisor o Trivago, che mostrano sia i prezzi del sito della struttura, sia quelli delle OTA, fungendo da comparatori

Proprio il portale Booking è uno dei più famosi e forti sul mercato con 40 milioni di visite ogni mese da moltissimi paesi del mondo. Sul noto sito dedicato al mondo aziendale portaleimpresa24.it viene spiegato come funziona nel dettaglio.

Analizziamo, dunque, quali sono i principali portali di prenotazione utilizzati in Italia.

Tripadvisor

Il portale Tripadvisor è uno dei maggiori metamotori ed è presente in ben 47 paesi del mondo e vanta più di 350 milioni di visite ogni mese. Tuttavia, non tutte le visite che riceve sono finalizzate alla prenotazione, essendo questo anche un sito dedicato alle recensioni.

Inoltre, Flipkey che è un altro gigante nell’ambito della prenotazione di case vacanze, è di proprietà proprio di Tripadvisor.

Un imprenditore che decide di mettere le sue strutture su Tripadvisor potrà decidere tre tipologie di pagamento nei confronti del portale:

  • pagare per ogni click che riceve sul proprio sito da parte di Tripadvisor
  • pagare una commissione pari al 15% per rivendicare la metà delle prenotazioni che ha generato
  • pagare il 12% per rivendicarne un quarto

Booking

Come accennato in precedenza, il portale Booking è un’OTA tra le più utilizzate del mondo.

Il cliente paga direttamente la struttura che desidera prenotare, l’imprenditore verserà poi al portale una percentuale che può variare tra il 15 ed il 30%, a seconda degli accordi presi in precedenza relativi al livello di visibilità della struttura.

Uno dei principali punti di forza di Booking è che offre agli utenti un pacchetto completo, sul sito infatti è possibile prenotare, venendo reindirizzati ad altri portali specifici, altri servizi tra cui:

  • voli
  • noleggio automobili
  • assicurazioni

Expedia

Expedia è un’OTA potentissima sul mercato perché gestisce altri 70 portali come Hotels o Venere, dunque la visibilità che si ottiene iscrivendosi è davvero ampia.

Anche in questo caso l’utente paga direttamente la struttura ed Expedia si vedrà riconosciuta una commissione tra il 10 ed il 30% a seconda della visibilità scelta.

Questo sito, inoltre, fornisce delle statistiche utilissime all’imprenditore, riguardanti ad esempio:

  • tariffe
  • contenuti
  • inventario

Bed-and-breakfast

Questa OTA, nonostante abbia dei numeri di visite molto ridotti confronto agli altri, è comunque uno dei 50 portali più visitati.

L’imprenditore paga una quota fissa annua di circa 190 euro senza

nessun’altra commissione. e questo potrebbe risultare ottimo nella gestione dei costi. Possono essere iscritte anche altre tipologie di strutture oltre ai b&b.

Dunque, chiunque faccia business o abbia un’azienda inerente alla ricezione turistica, per ottimizzare i guadagni dovrà essere presente su uno o più portali di prenotazione come quelli citati.