False esenzioni ticket. Indagata intera famiglia e dipendete Asl

Secondo l’accusa, questo sarebbe stato possibile grazie ad una autocertificazione falsa

Casal di Principe / Grazzanise – La Procura della Repubblica di Napoli Nord ha concluso le indagini riguardanti un presunto giro di false esenzioni ticket.

Coinvolti una famiglia di Brezza e una dipendente dell’asl, residente a Casal di Principe. Il pubblico ministero Onorati ha inviato notifica di conclusione delle indagini a 5 persone residenti nei comuni di Casal di Principe, Grazzanise, località Brezza.

Le ipotesi di reato contestate dalla Procura sono, a vario titolo, accesso abusivo al sistema informatico, truffa e falso, come riportato dal sito edizione caserta.

Secondo l’ipotesi accusatoria, la dipendente Asl avrebbe utilizzato un’utenza intestata a una persona inesistente per accedere al sistema informatico dell’Asl e concedere l’esenzione ticket all’intera famiglia.

Secondo l’accusa, questo sarebbe stato possibile grazie ad una autocertificazione falsa, che ha fatto scattare anche il reato di truffa.