Ex Villaggio Svedese a Baia Domizia. 39 indagati, anche un notaio e noto imprenditore

Chiuse le indagini da parte della Procura

Baia Domizia – Trentanove persone della provincia di Caserta hanno ricevuto l’avviso di chiusura indagine con l’accusa di lottizzazione abusiva.

Si tratta degli acquisti di alcuni immobili all’interno della nota struttura balneare dell’ex Villaggio Svedese a Baia Domizia.

Sotto accusa in questa inchiesta sono finiti anche un notaio e un noto imprenditore del posto.

Secondo l’inchiesta della Procura di Santa Maria Capua Vetere, pubblico ministero Giacomo Urbano, l’imprenditore avrebbe venduto illegalmente singolarmente le villette, acquistate in blocco da una società di Stoccolma.

La Procura ha escluso quasi per tutti gli indagati la buona fede nell’acquisto degli immobili sottoposti a sequestro preventivo.