Estorsione da un milione di euro. Arrestato 41enne di San Cipriano d’Aversa

L'uomo è già noto nell'ambiente criminale per reati dello stesso tipo

SAN CIPRIANO D’AVERSA – Estorsione da un milione di euro. E’ stato arrestato lunedì sera dai Carabinieri della Compagnia di Pavullo il 41enne Salvatore Lionetti detto ‘O Zingarone, originario di San Cipriano D’Aversa ma residente a Castelfranco.

La vittima è un imprenditore locale. Il mandante sarebbe un 59enne A.S., del posto, mentre Salvatore Lionetti è ritenuto l’esecutore.

Nel corso degli anni Lionetti è stato al centro di diversi episodi di cronaca, sempre per estorsioni con l’aggravante dello stampo mafioso, collegate dagli inquirenti al clan dei Casalesi. Nell’ottobre 2015 venne condannato in primo grado a Modena a 5 anni e 4 mesi proprio per questi reati.

Come riportato dalla gazzetta di Modena a fronte degli elementi raccolti dai carabinieri del nucleo operativo di Pavullo e della stazione di Serra, coordinati dal capitano Nicola Puccinelli, per gli inquirenti è stato Lionetti ad avvicinare il 23 agosto a Pavullo l’imprenditore formulandogli la richiesta di un milione se voleva stare tranquillo lui e la sua famiglia, di cui aveva mostrato di conoscere benissimo i componenti. Sempre lui, poi, la notte tra il 25 e 26 settembre avrebbe incendiato la Hyundai dell’imprenditore parcheggiata di fronte casa a Serra, ma all’interno della recinzione. E per il pm Claudia Natalini, che conduce le indagini, sarebbe stato a un passo da qualcosa di ancora più grave, cosa che ha fatto scattare il provvedimento di fermo.