Casalesi. 60mila euro per costruire tra Aversa, Trentola e Lusciano

Clan dei Casalesi ancora forte sull'Agro Aversano. Estorsioni su imprenditori edili e commercianti tra Aversa, Trentola, San Marcellino e Lusciano

Aversa – Il clan dei Casalesi è attivo e fortemente presente su quasi tutti il territorio dell’Agro Aversano.

Le indagini e gli arresti di oggi confermano la piena operatività del clan camorristico, soprattutto per quanto riguarda le estorsioni.

E’ emerso come venissero contattati imprenditori edili, commercianti e artigiani di Aversa, Trentola Ducenta e Lusciano, con richieste estorsive che arrivavano anche fino a 60.000 euro o che talvolta consistevano in prestazioni d’opera (come ad esempio ristrutturazioni di abitazioni).

Tra gli arrestati Giuseppe Cantone, insieme a Oreste Diana e Salvatore Della Volpe, molto attivi sia nelle estorsioni (insieme a Arcangelo D’Alessio e Manuel Verde) che nella gestione delle piazze di spaccio.

L’attività investigativa ha quindi confermato la piena attività del clan dei Casalesi, con particolare riferimento ai comuni di Trentola Ducenta, San Marcellino e Lusciano.

I soggetti colpiti da ordinanza di custodia cautelare in carcere sono:
1. FIORAVANTE Salvatore (cl. 1973)
2. CAPOLUONGO Giacomo (cl. 1957)
3. CANTONE Giuseppe (cl. 1989)
4. DIANA Oreste (cl.1991)
5. FIORILLO Nicola (cl. 1971)
6. D’ALESSIO Arcangelo (cl. 1980)
7. VERDE Manuel (cl. 1992)
8. FORIA Pasquale (cl. 1975)
9. DELLA VOLPE Salvatore (cl. 1994)
10. FOLLIERO Mariano (cl. 1961)
11. FRUGUGLIETTI Nicola (cl. 1975)
12. ERCEKU Tregim (cl. 1975)
13. NEZIRI Fidai (cl.1980)
14. NEZIRI Altin (cl. 1977)

L’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari è stata invece notificata a:
1. DI COSTANZO (cl. 1989)
2. MARTINO Luca (cl. 1975)
3. CATTOLICO Antonio (cl. 1951)