Esplode conduttura dell’acqua. Ecco tutti i comuni a rischio. Tra Caserta e Napoli

REGIONALE – E’ stato letteralmente distrutto da un esplosione, dovuta forse all’alta pressione, un adduttore idrico in corrispondenza del comune di Ruviano.

Una vera e propria emergenza che rischia di lasciare senza acqua ben 32 comuni tra le province di Caserta e Napoli. Ecco la nota ufficiale della protezione civile:

“I tecnici – si legge in una nota – sono al lavoro gia’ dalla scorsa notte e hanno provveduto a svuotare la condotta. L’intervento di riparazione terminera’ nel pomeriggio subito dopo occorrera’ caricare l’adduttore e mettere a pressione l’acqua. Le operazioni richiederanno una giornata intera di lavoro. Il ripristino dell’acqua sara’ effettuato nel piu’ breve tempo possibile, compatibilmente con le esigenze tecniche”. Questi i comuni coinvolti: Caserta, Orta di Atella, Maddaloni, Bellona, Piana di Monteverna, Pontelatone, Castelmorrone, Alife, Baia Latina, Caiazzo, Ruviano, Vitulazio, Camigliano, Pastorano, Pignataro Maggiore, Giano Vetusto, Amorosi, Alvignano, Cervino, Santa Maria a Vico.”

Nel napoletano i centri in difficoltà sono Caivano, Afragola, Casoria, Acerra, Pomigliano d’Arco, Casalnuovo, Cercola, Casavatore, Arzano, Pozzuoli, Monte di Procida, Bacoli.