Elezioni Gricignano d’Aversa. Le liste per Andrea Aquilante sindaco

Ecco le liste in appoggio ad Andrea Aquilante sindaco per le elezioni 2018 a Gricignano d'Aversa

GRICIGNANO DI AVERSA – E’ stata presentata stamattina in Municipio la lista civica di ‘Uniti si può fare’ che propone come candidato sindaco l’architetto Andrea Aquilante.

Della coalizione fa parte anche il gruppo di ‘Gricignano in Movimento’ guidato da Gianluca Di Luise e ‘Uniti per Gricignano’ che ha proposto il sindaco uscente Andrea Moretti e altri 3 candidati al consiglio comunale. A presentare i tre esponenti di ‘Uniti per Gricignano’ è lo stesso primo cittadino Moretti che ufficializza la candidatura di Nicola Cristiani, Eliana Laudadio e Giovanna Zambella: “Sono tre persone capaci, validi e con grande entusiasmo. Nicola Cristiani è un dipendente delle Poste che già in passato ha avuto esperienze politiche e si ricandida anche per donarci il suo bagaglio di esperienza. Le due ragazze invece sono entrambe laureate e una insegna lingue mentre l’altra ha concluso gli studi in economia aziendale e pure è ben avviata nel mondo lavorativo. Hanno creduto fortemente in questo progetto e sono sicuro che ci daranno una grossa mano”.

Poi il sindaco Moretti spiega anche il perché della sua scelta di sostenere il progetto di Aquilante: “Insieme abbiamo fatto un grande lavoro in questi anni e come ultimo provvedimento abbiamo dato insieme l’ok al Consuntivo. Si dice che l’unione faccia la forza e per questo motivo ho deciso di evitare una dispersione di energie dando priorità a quelli che sono gli interessi della collettività. E’ nato un bel gruppo che saprà sicuramente valersi in questi giorni che ci dividono dal voto e che saprà ben rappresentare quelle che sono le esigenze della popolazione”.

Il prossimo 10 giugno, inevitabilmente, si chiuderà l’amministrazione Moretti e quindi a meno di un mese dal voto è giunto anche il momento di fare un bilancio: “Ci siamo insediati in un Municipio che viveva un commissariamento straordinario e siamo stati costretti praticamente a ripartire da zero. Non c’era un solo progetto e tutto quello che è stato fatto fino ad oggi è senza dubbio farina del nostro sacco. Questa amministrazione ha ordinato gli uffici comunali, ha dato ‘luce’ al bilancio dell’Ente e soprattutto è stata in grado di recepire finanziamenti che hanno permesso di portare avanti progetti fondamentali per Gricignano. Abbiamo coltivato tanto e ora vogliamo raccogliere. C’è da sistemare definitivamente l’annoso problema degli allagamenti in via Sant’Antonio Abate, ma c’è anche da porre attenzione continua sulla qualità dell’ambiente. Dopo la chiusura dell’Ecotransider bisogna tenere altissima l’attenzione sul presunto inquinamento delle aziende che rientrano nel nostro territorio. Poi bisogna dare un tocco di dignità urbanistica a Gricignano con il rifacimento della villa comunale e di Corso Umberto che vogliamo a tutti i costi portare a compimento. Ma c’è tanto altro: abbiamo trovato un Comune che era ad appena il 5% di differenziata e adesso grazie ad una collaborazione con la Regione abbiamo messo nel mirino il 75%. E dulcis in fundo penso che sia fondamentale riqualificare il complesso sportivo: è abbandonato da troppo tempo e non possiamo permetterci di perdere un bene simile. Bisogna agire per il bene della comunità perché Gricignano deve continuare a splendere. E’ questo il nostro obiettivo”.