Duplice omicidio di camorra. Il boss La Torre condannato a 18 anni

Accolta la richiesta del pubblico ministero

MONDRAGONE – Giunge la condanna per il boss Augusto La Torre, dal giudice per l’udienza preliminare del tribunale di Napoli Tommaso Perrella.

E’ stato condannato a 18 anni di carcere nel processo relativo al duplice omicidio di due cugini di Sparanise, Teodoro e Osvaldo De Rosa, ammazzati nel giugno 1990.

Confermata, quindi, la richiesta del pm durante la requisitoria, per il processo celebrato con rito abbreviato.

La Torre è accusato di essere il mandante del delitto e di aver partecipato all’azione criminale, anche se non sarebbe stato lui a sparare. Disposto anche il risarcimento per gli eredi.