CASTEL VOLTURNO – Si registrano altri due casi di malaria nel casertano, questa volta nel comune di Castelvolturno.

Sei casi in due mesi, tre dei quali ha colpito dei minori. Come riportato dal Mattino uno dei casi riguarda addirittura una bambina di soli venti mesi, nel cui sangue è stata rinvenuta una presenza del parassita molto elevata.

La piccola, tenuta in cura presso le strutture dell’ospedale Cotugno, è ora fotunatamente fuori pericolo.

«Per fortuna dopo un trattamento rianimativo durato due giorni – avverte Fiorentino Fragranza, responsabile della unità intensiva del Cotugno – la piccola paziente, che ha risposto benissimo ai protocolli farmacologici, è fuori pericolo di vita ed è stata ora trasferita in reparto per continuare la degenza e le cure».

«Ormai la nostra è una società multietnica – aggiunge Fragranza – i casi di malaria, come di altre malattie infettive non comuni alle nostre latitudini, sono in aumento in tutta Europa. Ma sono patologie contratte quasi sempre in viaggi nelle zone endemiche, dell’Africa e dell’Asia. L’attenzione è massima, sia degli organi regionali sia del direttore generale Giuseppe Longo».