Droga nel carcere di Santa Maria Capua Vetere nascosta in un accappatoio

Lo rende noto l’Osapp, in una nota del segretario regionale Vincenzo Palmieri

Immagine di repertorio

La Polizia Penitenziaria del carcere di Santa Maria Capua Vetere ha bloccato un tentativo di introduzione di hashish nell’istituto penitenziario.

La droga è stata occultata in un accappatoio fatto recapitare dai suoi parenti a un detenuto di 70 anni.

Lo rende noto l’Osapp, in una nota del segretario regionale Vincenzo Palmieri. “Ancora una volta, come già in altre circostanze, – scrive Palmieri – la Polizia Penitenziaria ha dimostrato alta professionalità e senso del dovere. Agli agenti va tutta la nostra gratitudine – aggiunge – per la brillante operazione”.

Conclude Palmieri “Sollecitiamo i vertici del DAP a porre in essere una maggior attenzione anche rispetto all’assegnazione di Poliziotti sia uomini che donne in quelle strutture penitenziarie, come Santa Maria Capua Vetere e non solo, che sono incardinate in territori e tessuti sociali ad alta intensità criminale dove regna la cultura dell’illegalità”.