Dramma a Casoria. Raffaello morto per un boccone di mozzarella

Aperta un'inchiesta da parte della Procura

CASORIA – I familiari hanno chiesto chiarezza sulla morte, lo scorso 11 luglio a Casoria, di Raffaello Barbato all’età di 36 anni.

Il giovane si trovava in una struttura protetta per malati psichiatrici dove sarebbe dovuto essere sorvegliato 24 ore al giorno, ma è deceduto per soffocamento causato da un boccone di mozzarella.

La magistratura ha aperto un’inchiesta per cercare di fare chiarezza, aprendo un fascicolo per omicidio colposo contro ignoti.

Da una prima ricostruzione dei fatti durante la cena di mercoledì 11 luglio Raffaello era morto soffocato da un’intera fetta di mozzarella andatagli per traverso, causando un arresto cardiaco.