Don Michele Mottola rimane in carcere. Giudice respinge scarcerazione

L’uomo è attualmente detenuto nel carcere di Secondigliano, sotto stretta osservazione da parte della polizia penitenziaria

Trentola Ducenta – Resta in carcere Don Michele Mottola, il parroco 59enne, in carcere da venerdì scorso con l’accusa di abusi sessuali ai danni di una bambina di 10 anni.

Il giudice per le indagini preliminari ha respinto la richiesta di scarcerazione presentata dall’avvocato del religioso, ma ora l’ultima parola spetta ai giudici del Riesame.

Don Michele, durante l’interrogatorio con il gip, ha ammesso di essere colpevole, confermando il quadro accusatorio.

L’uomo è attualmente detenuto nel carcere di Secondigliano, sotto stretta osservazione da parte della polizia penitenziaria.