Don Michele Mottola ammette gli abusi. Sospeso dall’ordine dei giornalisti

L’avvocato difensore ha chiesto la misura dei domiciliari per il prete

Trentola Ducenta – Si è tenuto questa mattina l’interrogatorio di garanzia di Don Michele Mottola, il sacerdote di Trentola Ducenta accusato di abusi su una minorenne del posto.

Il parroco avrebbe ammesso le sue colpe e chiesto scusa alla sua giovane vittima: “Ammetto le mie responsabilità ho tenuto comportamenti non consoni con una minorenne. Chiedo scusa alla famiglia della bambina e alla stessa minorenne per quanto accaduto.”

Queste le parole del sacerdote in risposta alle domande del pubblico ministero della Procura di Napoli Nord. L’avvocato difensore ha chiesto la misura dei domiciliari per il prete, il quale resta al momento rinchiuso nella casa circondariale di Secondigliano.

Intanto, il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, ha sospeso ad horas dall’Albo, don Michele Mottola, giornalista pubblicista. Il presidente Lucarelli ha inviato contestualmente un esposto al Consiglio di disciplina dell’Ordine dei giornalisti della Campania.