CASAPESENNA – Il Tribunale distrettuale del Riesame ha respinto la richiesta di scarcerazione di don Michele Barone, il prete di Casapesenna accusato di avere praticato violenti esorcismi su una 14enne che le avrebbero procurato lesioni permanenti affetta peraltro da alcuni problemi psichici.

(Come riportato da Il Mattino) è stata respinta l’istanza presentata dall’avvocato difensore Carlo Taormina, riguardante la seconda ordinanza scattata a carico del sacerdote, ovvero quella in cui viene contestata l’aggravante delle lesioni permanenti.

Inoltre è accusato di maltrattamenti, abusi e di violenza sessuale nei confronti di due ventenni.

Proprio le due ragazze, sempre come riportato da Il Mattino verranno ascoltate come testimoni nel mese di Aprile.