Don Michele Barone minaccia di denunciare il Vescovo

Nuovi dettagli sullo scandalo alla Diocesi di Aversa

CASAPESENNA / AVERSA – In base alle nuove intercettazioni depositate – secondo quanto riferito da “Il Mattino” – emergono delle telefonate tra il prete di Casapesenna Don Michele Barone e Luciano Moggi.

Secondo queste intercettazioni ci sarebbe una richiesta di saldare un presunto debito. Venerdì Moggi è stato sentito in Procura a Santa Maria Capua Vetere come persona informata sui fatti.

Inoltre Don Michele Barone voleva denunciare il vescovo di Aversa Angelo Spinillo, in base alla testimonianza resa dal Monsignor ai magistrati, secondo la quale, dopo la lettera ricevuta dalla diocesi di Aversa inviata dalla diocesi di Ferns, in Irlanda, in cui si fa riferimento a pratiche esorciste “poste in essere da don Michele Barone in pubblico, ed in particolare nella hall di un albergo a Medjugorie” il religioso ricevette un pesante ammonimento.

“Nel corso della riunione – racconta Spinillo – don Michele reagì in modo verbalmente violento, minacciando tutti i presenti, me compreso, di denuncia per diffamazione e calunnia”.