Dissesto finanziario per la città di Caserta. Tasse alle stelle per i cittadini

Questa situazione porterà ad un amento dei tributi

CASERTA – Dissesto bis per il Comune di Caserta, a sette anni dal primo dichiarato dall’allora sindaco di centro-destra Pio del Gaudio.

Oggi, è toccato al Consiglio comunale guidato dal sindaco Pd, Carlo Marino, il quale dovrà prendere atto della grave situazione finanziaria in cui versa la città,

L’approvazione della delibera che riporta al dissesto, porterà a tasse ancora più alte per i casertani, senza possibilità di riduzione, e il ritorno della commissione ministeriale che dovrà provvedere a pagare i creditori, soprattutto quelli che non hanno mai accettato le transazioni proposte dal piano di riparto predisposto nel corso della prima procedura di dissesto.

“A pagare saranno solo i cittadini casertani”, dice il consigliere comunale di opposizione Francesco Apperti, del gruppo ‘Speranza per Caserta’. “E non mi riferisco – prosegue – solo alle tasse, tra le più alte, ma anche ai servizi, mi riferisco alla manutenzione di strade e verde”.