Viene condannato a 6 anni e tenta la fuga dal carcere di S. M. Capua V.

E' stato raggiunto dagli agenti della Polizia Penitenziaria mentre tenta di scavalcare la recinzione esterna

Immagine di repertorio

Santa Maria Capua Vetere – Nella mattinata di ieri un detenuto albanese dopo la sentenza a 6 anni di reclusione inflitta dal Tribunale di Velletri per rapina ed altro, al momento del rientro presso la Casa Circondariale di S. Maria Capua Vetere, ha tentato la fuga.

Dopo aver aggredito la scorta della Polizia Penitenziaria presso le camere di sicurezza ha tentato di scavalcare il muro cercando di dileguarsi.

E’ stato raggiunto dagli agenti della Polizia Penitenziaria mentre tenta di scavalcare la recinzione esterna del Palazzo di Giustizia, anche qui scoppia una violenta colluttazione.

Il fuggitivo viene ritradotto all’Istituto di provenienza. Al termine dell’evento critico gestito in maniera encomiabile dagli uomini del Nucleo T. P. Sammaritano, cinque di essi venivano refertati dai Sanitari con 7 gg. di prognosi cadauno”.