Pericoloso detenuto evaso. Ricerche anche nel Casertano

Si tratta di Rade Nikolic, 38enne nato in Serbia, il quale si è dato alla fuga eludendo la sorveglianza nel corso di un permesso concesso per far visita a un familiare

Frosinone / Caserta – Avviate le ricerche anche nel Casertano del detenuto evaso dal carcere di Frosinone.

Si tratta di Rade Nikolic, 38enne nato in Serbia, il quale si è dato alla fuga eludendo la sorveglianza nel corso di un permesso concesso per far visita a un familiare nel campo rom di Secondigliano.

È stato recluso anche nel carcere di Secondigliano, ma a causa della sua pericolosità e per un fondato pericolo di fuga, gli vennero sospesi i permessi.

“Il pericoloso detenuto – riferisce Di Giacomo – era scortato da sette uomini, quattro del carcere di Frosinone da cui era stato tradotto, e tre di supporto dal carcere di Secondigliano. Dalle prime indiscrezioni parrebbe che nel campo rom sia stato inscenato un malore a un bimbo per consentire al detenuto di darsela a gambe. È ora di smetterla con questo buonismo nella concessione di permessi dai quali scaturisce un elevato indice di evasione”.