Cristiano investito ed ucciso dopo una lite. Arrestato il responsabile. Rischia linciaggio

L'investitore salvato dal linciaggio della folla

GIUGLIANO / MINTURNO – Aperte le indagini sulla morte di Cristiano Campanale, 27 anni, investito ed ucciso nel pomeriggio di ieri, 25 gennaio, a Scauri, frazione di Minturno.

Per questo delitto è stato tratto in arresto il 34enne Eduardo Di Caprio con l’accusa di omicidio volontario.

In base ad una prima ricostruzione dei fatti intorno alle 18.30 in via Antonio Sebastiani, proprio davanti il negozio Sotto Zero di proprietà dell’arrestato, è scoppiata una rissa tra i due.

Di Caprio era alla guida di una Ford Fiesta, ed avrebbe investito Campanale uccidendolo sul colpo. Gli inquirenti stanno cercando di ricostruire la dinamica ed il movente, forse una questione economica ma per ora nulla è stato accertato.

Eduardo Di Caprio ha rischiato il linciaggio da parte della folla presente al momento dell’incidente, è stato salvato dall’intervento degli uomini dell’arma dei carabinieri.