Home Aversa Covid: 3 vittime nell’Agro Aversano, il sindaco di Aversa blinda la città

Covid: 3 vittime nell’Agro Aversano, il sindaco di Aversa blinda la città

Aversa / Cesa / Trentola DucentaL’Agro Aversano continua ad essere una delle zone della Provincia di Caserta maggiormente colpite dalla seconda ondata del coronavirus. Purtroppo nelle ultime ore vengono registrate altre 3 vittime.

Nella cittadina di Cesa è deceduto un paziente ricoverato in ospedale, come comunicato in serata dal sindaco Enzo Guida, il quale scrive che: “E’ un’altra giornata triste. Un’altra persona è deceduta per via del Covid. Si tratta di un nostro concittadino ricoverato in ospedale. Il virus è stato, anche in questo caso, più forte. A fine giornata racconto un bilancio sempre più drammatico. Nonostante le guarigioni che si registrano, il numero degli attuali positivi è 297. Crescono, purtroppo, anche i nostri concittadini ricoverati in ospedale. Diventa sempre più difficile, dalle segnalazioni che mi giungono dai cittadini, ricevere a casa l’autombulanza o riuscire a mettersi in contatto col servizio 118.” ……. “Ed in queste ore si sta materializzando un’altra emergenza: la mancanza di bombole di ossigeno. Il virus crea problemi respiratori e sono aumentati i casi di persone che hanno bisogno di aiuti alla respirazione. L’appello è quello di restituire le bombole che si hanno in casa se non servono. Ciò può essere di aiuto agli altri. Spero di potervi dare, nei prossimi giorni, notizie più confortanti. “

Lutto anche nel comune di Trentola Ducenta dove in poche ore due pazienti sono morti a causa del Covid. Il sindaco Michele Apicella ha comunicato la drammatica notizia: “Cari concittadini, è a malincuore che comunico che sono stati registrati altri due decessi, causa COVID, nel territorio di Trentola Ducenta. Ci uniamo al dolore delle famiglie coinvolte, a cui va tutta la nostra vicinanza.” …. “Ci tengo inoltre a ribadire che sia io personalmente che la protezione civile, ci stiamo prendendo cura di contattare personalmente ogni nuovo positivo registrato; se qualcuno non viene contattato è solo perché ci sono talvolta dei ritardi nella comunicazione dei nomi da parte dell’asl. Non mi stancherò mai di ribadirvi che ora più che mai è doveroso da parte nostra attenerci al rispetto delle regole e adottare tutte le misure di protezione possibili. Cerchiamo di tenere a cuore la nostra salute e quella dei nostri affetti più cari. Siate responsabili!”

Invece, il sindaco di Aversa, Alfonso Golia, ha imposto una serie di divieti, tramite apposita ordinanza, per cercare di contrastare gli assembramenti e la diffusione del coronavirus:

“Come tutti voi, anche io sono rimasto un pò sorpreso nell’apprendere della Campania in area gialla. Badate bene: non mi auguravo certo il “peggio”, ma il contagio corre. Ho atteso quindi le comunicazioni e le precisazioni del Governo; ho aspettato le consuete comunicazioni del Presidente De Luca per conoscere la posizione della nostra Regione. Un forte richiamo, che condivido, a ridurre almeno del 50% la mobilità nei comuni. PERTANTO VI COMUNICO CHE NELLA CITTA’ DI AVERSA, A PARTIRE DA DOMANI (SABATO 7 NOVEMBRE) E FINO AL 14 NOVEMBRE, SONO VIETATI:

1) In qualsiasi ora del giorno, la consumazione su strade ed aree pubbliche di cibi e bevande ad esclusione dell’acqua;

2) Dalle ore 18:00 di ogni giorno è vietata la vendita da asporto di bevande si alcoliche che analcoliche, ad eccezione dell’acqua (E’ prevista la deroga al divieto per la vendita da parte di esercizi in sede fissa – esclusivamente fino alle ore 20,30 – e da parte di esercizi di somministrazione di alimenti e di artigianato settore alimentare quale complemento di un acquisto complessivo di cibi);

3) E’ vietato lo stazionamento su aree e strade pubbliche di pedoni in numero superiore a due unità anche a prescindere del rispetto delle misure di distanziamento sociale ed anti-assembramento e con deroga per i soli componenti di un unico nucleo familiare e per persone conviventi.

INOLTRE SONO DISPOSTE LE SEGUENTI LIMITAZIONI:

A) Il Parco Pozzi sarà aperto al pubblico tutti i giorni solo nella fascia oraria 6:30-9:00.

B)Nella fascia oraria 18:00-22:00 sono interdette al pubblico Piazza Paul Harris, Piazza Principe Amedeo (Area “Villa Comunale”), Piazza Vittorio Emanuele (l’area pedonale della piazza), Via Seggio, Piazzetta Lucarelli e Strada San Paolo. Ovviamente è consentito l’accesso e il deflusso ai residenti e ai clienti degli esercizi commerciali che sono legittimamente aperti.

C) E’ sospesa la Zona a traffico Limitato.

INFINE, SOPRATTUTTO NELLA FASCIA ORARIA MATTUTINA SI INVITA CITTADINI ED ATTIVITA’ APERTE AL PUBBLICO A DARE PRIORITA’ IN EVENTUALI CODE ALL’INGRESSO O ALLE CASSE, ALLE PERSONE DAI 65 ANNI IN SU. Quest’ultimo non è certo un obbligo, ma un gesto di collaborazione per permettere loro di tornare prima a casa oltre che, penso, un gesto di grande civiltà.